Benvenuti nel sito web del Moto Club Gela

Epoca

 

Eccoci al 3° appuntamento!

 

 

2° Expo' Epoca Palazzo Ducale Gela

2° Moto Incontro Epoca Gela

 

 

Grande soddisfazione per i soci del   “MOTO CLUB GELA Associazione Sportiva Dilettantistica” per la prima  esposizione di  motocicli e ciclomotori storici e d’epoca. Nella splendida cornice del Palazzo Ducale nei giorni 2, e 3  Dicembre  2007 hanno trovato posto 45 motocicli perfettamente sistemati per essere visti in tutto il loro splendore. I  mezzi esposti rappresentano un patrimonio immenso nell’ambito della storia del motociclismo in Italia, e molti di questi hanno ottenuto il riconoscimento storico da parte della commissione moto d’epoca  della Federazione Motociclistica Italiana. I motocicli esposti vanno dagli anni 50 agli anni 70, dalle italiane Moto Guzzi ed MV Agusta che hanno rappresentato la leadership degli anni cinquanta e sessanta anche grazie alle interminabili vittorie da parte di Giacomo Agostani,  alle giapponesi Honda e Kawasaki che hanno rappresentato una svolta epocale nelle competizioni a 2 ruote. Ma grande ammirazione vi è stata anche per i ciclomotori e gli scooter dell’epoca, con particolare attenzione all’eterna competizione tra la Vespa e la Lambretta. Inoltre ha avuto molto successo la consultazione di testi specialistici messi a disposizione dal Moto Club per una consultazione dei modelli dell’epoca, caratteristiche e molto altro ancora. Circa un migliaio le persone che sono passate dal Palazzo Ducale (dato stimato dalla distribuzione di  adesivi e gadget), tutte in qualche modo interessate dalle possibilità di restaurare mezzi che da anni giacciono in garage o in qualche casolare di campagna, o di rimettere in circolazione motocicli radiati dal P.R.A. o con documenti smarriti e tanto  altro ancora. L’esposizione che ha aperto i battenti domenica mattina  per problemi organizzativi ha dovuto chiudere  lunedì sera  con un giorno di anticipo, ma l’ottima affluenza ha gia fatto maturare l’idea di ripetere l’evento quanto prima anche se bisogna trovare nuovi spazi più capienti per i motocicli e i visitatori.

home page