Benvenuti nel sito web del Moto Club Gela

Tour delle Madonie e Nebrodi

Con la cartina ci rendiamo conto delle strade da percorrere, cercando di sfruttare al meglio i collegamenti. Partiamo  da Gela e percorriamo la s.s. 117 in direzione Enna attraversando Piazza Armerina, Valguarnera per arrivare fino a Leonforte paese posto a metà strada tra i Nebrodi e le Madonne. Leonfornte il paese conosciuto per le pesche di ottima qualità, si comincia a vedere da lontano e su tutto sovrasta il Palazzo dei Branciforti nobile e potente famiglia siciliana. La tappa successiva è dedicata alla Granfonte ben restaurata e ancora funzionante con acqua potabile. Ci rimettiamo alla guida e dopo un giro veloce per le vie cittadine e arriviamo a Sperlinga famosa per il Castello. Lo visitiamo e ci rendiamo conto che ne è valsa veramente la pena.   Lasciamo la s.s. 117  ed imbocchiamo la s.s. 120 in direzione Palermo. Dopo una ventina di minuti siamo a Gangi. Anche questo paese ci appare in lontananza arroccato su una montagna. Ben conservato Gangi offre molti scorci suggestivi, oltre che un panorama che domina mezza Sicilia. Da Gangi proseguiamo per Geraci Siculo famosa per l’acqua minerale e dove si trova un altro castello da visitare,  per poi fare una sosta a Castelbuono per un pranzo veloce. Su questo tratto di strada molto lavarato da curve e tornanti abbiamo incrociato  i prima 4 motocicilisti, tutti su BMW.   Riprendiamo il viaggio proseguendo verso il mare Tirreno, imbocchiamo la s.s. 113 direzione Messina lasciandoci alle spalle i piloni dell’autostrada, e dopo avere costeggiato il mare di colore blu elettrico facciamo una sosta nei pressi di Tusa dove ci fermiamo per ammirare la Fiumara d’arte e successivamente a Santo Stefano di Camastra il paese delle ceramiche, molto caratteristico per gli innumerevoli artigiani della ceramica. Ripartiamo alla volta dei monti Nebriodi. Imbocchiamo la s.s. 287 ed iniziamo a salire, con un tempo un po’ spettrale. Superiamo San Fratello e siamo già all’intento del Parco dei Nebrodi con la temperatura che si abbassa sino a 16.5°C scolliniamo a Portella Miraglia per iniziarela discesa sino a Cesarò dove effettuiamo la sosta all’hotel Mazzurco per consumare qualche dolce a base di pistacchio .  Riprendiamo alla volta di Bronte e successivamente arrivare sino a Gela. In totale 470 in 11 ore.

 

 

Home Page